fbpx

Realismo Capitalista di Mark Fisher

È più facile immaginare la fine del mondo che la fine del capitalismo.
Realismo Capitalista di Mark Fisher, una delle più lucide e semplici diagnosi della situazione in cui si trova l’occidente.

In questi giorni dovremmo trovare il tempo di leggere il geniale e imperdibile libro: Realismo Capitalista di Mark Fisher, una delle più lucide e semplici diagnosi della situazione in cui si trova l’occidente (Slavoj Zizek).
Il libro si apre con una considerazione geniale: “è più facile immaginare la fine del mondo che la fine del capitalismo”.
In questi giorni abbiamo la possibilità, non solo di cominciare a immaginare il futuro del sistema economico occidentale, ma di sperimentarlo.

L’avevamo anticipato in Il Futuro debole”, il tema numero 7 dello Scenario20 Decadi Future, che esprime il disagio esistenziale, il senso di inadeguatezza, l’assenza di futuro e la paura di vivere.
Il nuovo e sempre più diffuso volto dell’infelicità che proprio Mark Fisher vede come connaturato e necessario al contesto ultraconsumistico nel quale vive l’occidente.

VUOI ANTICIPARE IL FUTURO? SCOPRI I PRODOTTI SCENARIO TEA:

È più facile immaginare la fine del mondo che la fine del capitalismo.
Realismo Capitalista di Mark Fisher, una delle più lucide e semplici diagnosi della situazione in cui si trova l’occidente.

In questi giorni dovremmo trovare il tempo di leggere il geniale e imperdibile libro: Realismo Capitalista di Mark Fisher, una delle più lucide e semplici diagnosi della situazione in cui si trova l’occidente (Slavoj Zizek).
Il libro si apre con una considerazione geniale: “è più facile immaginare la fine del mondo che la fine del capitalismo”.
In questi giorni abbiamo la possibilità, non solo di cominciare a immaginare il futuro del sistema economico occidentale, ma di sperimentarlo.

L’avevamo anticipato in Il Futuro debole”, il tema numero 7 dello Scenario20 Decadi Future, che esprime il disagio esistenziale, il senso di inadeguatezza, l’assenza di futuro e la paura di vivere.
Il nuovo e sempre più diffuso volto dell’infelicità che proprio Mark Fisher vede come connaturato e necessario al contesto ultraconsumistico nel quale vive l’occidente.

VUOI ANTICIPARE IL FUTURO? SCOPRI I PRODOTTI SCENARIO TEA: